L’antica Persia, Terra di Re

 

Durata: 8 giorni / 7 notti

 

Tehran – Isfahan - Shiraz: escursione a Persepoli e Naghs e Rostam

 

 

Un viaggio nel tempo dove convivono l’eredità di un passato millenario e una storia recente problematica e contraddittoria. Questa terra, che occupa da sempre una posizione strategica, privilegiato luogo di incontro tra Oriente e Occidente, è stata la culla di uno dei più grandi e duraturi imperi della storia umana: l’antica Persia. Qui si ammirano le vestigia delle città di Ciro il Grande, Dario I e Alessandro Magno, seguendo le tracce del fecondo scontro tra la cultura iranica pre-islamica e il mondo greco. In splendidi siti, maestose architetture raccontano il nuovo, deciso scontro/incontro di civiltà, fruttuoso in ogni ambito culturale, che dal 642 Dc vedrà protagonisti il mondo persiano e quello arabo-islamico. Dai monumenti zoroastriani antichissimi alle moschee, bazaar e cittadelle fortificate medievali, l’Iran si rivela un bacino inesauribile di arte di grande bellezza e importanza per la comprensione del mondo antico e di quello contemporaneo. La dolce Persia dei poeti raffinati, dei giardini profumati, della maestosità delle montagne finirà per sedurvi dalla gentilezza, dolcezza e ospitalità degli abitanti.

Il viaggio richiede un buono spirito di adattamento soprattutto per quanto riguarda l’abbigliamento, in particolare le donne dovranno avere sempre il capo coperto da un foulard che potranno togliere solo nelle proprie stanze di hotel. Non sono permessi abiti attillati e bisogna avere sempre braccia e gambe coperte.

 

 

1° giorno: Roma o Milano – Istanbul - Tehran

Partenza nel primo pomeriggio da Roma o Milano volo di linea Turkish Airlines per Istanbul. All’arrivo coincidenza per Teheran.

 

 

 

 

2° giorno: Tehran 

Arrivo a Teheran poco dopo la mezzanotte. Dopo le formalità di frontiera, trasferimento in hotel. Pernottamento,

Pensione completa. Oggi si visiteranno alcuni dei principali musei di Tehran: il Museo Nazionale (solo la parte Archeologica, quella islamica è attualmente in fase di ristrutturazione) ricco di una vasta collezione di oggetti e testimonianze delle civiltà achemenide, sassanide e islamica; il Museo Abguineh del vetro della ceramica, situato in un elegante costruzione di epoca cagiara; il Museo dei Tappeti con una vasta collezione di tappeti persiani antichi e nuovi provenienti dai principali centri di tessitura di Iran(tutti i musei di cui sopra sono chiusi il lunedì).

 

 

3° giorno: Tehran - Isfahan 

Prima colazione. Oggi si compiono circa 450 chilometri sino ad Isfahan. La prima sosta sarà  a Kashan, un'antica città situata sulla strada che porta da Teheran ad Isfahan in una zona arida in prossimità del deserto Dasht-e-Kavir a circa 1000 metri sul livello del mare. È una città ricca di storia e di monumenti, con una grande tradizione nella tessitura dei tappeti. Già all'epoca Safavide Kashan era rinomata per la maestria e la raffinatezza dei suoi tessitori, tanto che sorgeva in questa città un laboratorio reale per la tessitura dei tappeti. Si visiteranno un edificio del 19° secolo (Taba Tabai) ed il Giardino Fin, uno dei più famosi giardini dell'Iran. Fu progettato dallo Shah Abbas I come una classica visione persiana del paradiso. Pranzo in ristorante lungo il tragitto. Si prosegue per Abyaneh, villaggio di montagna  che si caratterizza per il colore ocra delle case, legato al terreno ricco di ossidi di ferro. Le case sono in realtà costruite con mattoni crudi, ottenuti da un impasto di acqua, paglia, e terreno argilloso. Il paese è noto anche per i colorati costumi tradizionali indossati dalle donne del paese, le cui origini sono molto antiche. Un fortezza sassanide domina il borgo. Proseguimento per Isfahan. Cena e pernottamento in albergo.

 

 

4° giorno: Isfahan  

Pensione completa. Intera giornata dedicata alla visita della bellissima città di Isfahan, la capitale del 17 ° secolo del regno Safavide, denominata Nesf-e-Jahan (metà del mondo) nella lingua safavide, situata a 1367 metri di altitudine in una piana irrigata dallo Zayendehurd, il “fiume che dona la vita”. Si visiteranno i famosi ponti di Shahrestan, Khajou e Sio-se-pol, il quartiere armeno con le chiese, tra cui l'importante Cattedrale di Vank. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio visita di una delle più grandi piazze del mondo, la Maidan-e-Naghsh-e-Jahan, sulla quale si affacciano il palazzo Ali-Qapu con le sue incantevoli sale di musica ed un balcone con vista sulla piazza da dove il re safavide guardava le partite di polo, e due delle più grandi moschee del mondo islamico: la Lotfollah Sheikh e l'Imam. La visita continua con il Bazar Qeisarieh con centinaia di negozi che espongono le arti e l’artigianato per i quali Isfahan è famosa nel mondo (il Bazar è chiuso il venerdì). Cena e pernottamento in hotel.

 

 

 

5° giorno: Isfahan  

Pensione completa.. Un’altra intera giornata di visite della città. Si inizia con la magnifica Moschea del Venerdì, una delle più grandi moschee del mondo, considerato il monumento più venerato di Isfahan, con la famosa Uljaitu mihrab (nicchia di preghiera). La visita prosegue con il palazzo Chehel Sotun fatto costruire da Shah Abbas II nel 17 ° secolo. Nel porticato le sue venti colonne si riflettono perfettamente nel bacino del parco, tanto da sembrane 40, da qui il nome “Palazzo delle 40 colonne. Ultima tappa della giornata è presso il padiglione Hasht Behesht costruito nel 1670 da Shah Solayman e conosciuto come il Padiglione degli Otto Paradisi o il Palazzo degli usignoli. Cena e pernottamento in hotel.

 

 

 

 

6° giorno: Isfahan - Shiraz 

Dopo colazione partenza per Shiraz. Sosta per la visita di Pasargade, luogo che fu scelto da Cito il Grande per costruirvi la sua capitale in ricordo della vittoria qui riportata su Astiage, re dei Medi. Pasargade non rimase per lungo tempo sede del regno achemenide poiché alla morte di Cambise II, successore di Dario, la capitale primaverile fu spostata da Pasargade a Persepoli. L’area è molto vasta. Particolarmente interessante è la tomba di Ciro, il fondatore dell’Impero Persiano. Pranzo in ristorante locale. Arrivo a Shiraz. Cena e pernottamento in albergo.

 

 

7° giorno: Shiraz: escursione a Persepoli e Naghs-e-Rostam 

Prima colazione. Escursione di mezza giornata a Persepoli, una delle cinque capitali dell'Impero achemenide (le altre erano Babilonia, Ecbatana, Pasargadae e Susa), situata a circa 50 chilometri a nord di Shiraz nella regione di Fars. La costruzione iniziò nel 520 a.C. sotto Dario I e durò quasi settant'anni. E’ uno dei siti più importanti del mondo antico che copre un’area di circa 150.000 metri quadrati con i resti dei palazzi di Dario il Grande, Serse e Artaserse. I bassorilievi, raffigurano re e cortigiani, feste e cerimonie, regali e tributi che i rappresentanti dei popoli vicini recavano alla città. Pranzo in ristorante locale. Si prosegue per la necropoli di Naghsh-e-Rostam con le tombe di Dario I, Dario II, Serse e Artaserse, Ka'be-Zardosht (il tempio o santuario del fuoco), le Tombe Reali achemenidi, i sette rilievi sulla roccia di grandi dimensioni tra i quali il più famoso é quello dove viene raffigurata la vittoria di Shapur su due imperatori romani, Filippo l'Arabo (che implora la pace) e Valeriano (che viene catturato, in ginocchio). Rientro a Shiraz e visita di questa raffinata città, culla della cultura persiana, soprannominata Dar-ol-Elm: la Casa del Sapere, famosa per i suoi poeti, i suoi giardini di rose ed il canto degli usignoli. Visita della tomba di Hafez, il più grande  poeta lirico dell'Iran che si trova in uno splendido giardino, della Moschea Nasir-ol-Molk del 19 ° secolo, l'Arg-e-Karim Khan, cittadella del 18° secolo e il bazaar Vakil (Bazar è chiuso il venerdì). Cena in albergo. Camere a disposizione sino al trasferimento in aeroporto.

 

 

8° giorno: Shiraz – Istanbul – Roma o Milano

Trasferimento in aeroporto e partenza per Istanbul con volo Turkish alle 03.35. arrivo alle 06.10  e proseguimento, sempre con volo Turkish per Roma o Milano.

 

Note: (B/L/D): B = colazione; L = pranzo; D = Cena

Il check in negli alberghi è solitamente alle ore 14.00 il check out alle ore 12.00 

Le mance non sono obbligatorie ma sono consigliate  a autisti e guide

Per partecipare a questo viaggio occorre il visto iraniano.

Il passaporto deve avere una validità minima di sei mesi e non deve contenere alcun visto o timbro di entrata in Israele.

 

Hotel previsti o similari 

Tehran: Azadi Grand Hotel 5*

Isfahan: Hotel Abbassi 5* camere no fronte giardino per le quali vi è un supplemento

Shiraz: Hotel Pars o Cahmran

Prezzo del viaggio, minimo 4 persone, a partire da 1690 euro per persona

 

La quota comprende

• Voli di linea Turkih Airlines Italia/Istanbul/Theran/Shiraz/Istanbul/Italia in classe economica
• Hotel menzionati, o se non disponibili, altri della stessa categoria su base ca