NOTIZIE UTILI EGITTO

 

DOCUMENTI E FORMALITA' DOGANALI
È richiesto il passaporto o, in alternativa la carta d'identità valevole per l'espatrio (a cui va allegata una fotocopia della carta d'identità e due foto tessera), entrambi i documenti con almeno 6 mesi di validità dalla data di partenza (i bambini devono essere iscritti sul passaporto di un genitore).

Si informa che, le Autorità di frontiera egiziane consentono l’ingresso nel Paese con i seguenti documenti: 
- passaporto con validità residua di almeno sei mesi alla data di arrivo nel Paese;
- solo per turismo, carta d'identità cartacea valida per l’espatrio con validità residua di sei mesi, accompagnata da due foto formato tessera (in mancanza delle quali non viene rilasciato il visto d’ingresso). Si raccomanda pertanto di munirsi delle foto prima della partenza dall'Italia; la carta di identità cartacea con validità rinnovata mediante apposizione di timbro sul retro del documento è accettata; 
- solo per turismo, carta di identità elettronica con validità residua di almeno sei mesi, accompagnata da due foto formato tessera (in mancanza delle quali non viene rilasciato il visto d’ingresso). Si raccomanda pertanto di munirsi delle foto tessera prima della partenza dall'Italia.

Si segnala che le Autorità di frontiera egiziane non consentono l’accesso nel Paese ai viaggiatori in possesso di carta di identità elettronica con certificato di proroga (cedolino cartaceo di proroga di validità del documento). Si raccomanda in tal caso di utilizzare altro tipo di documento (passaporto), onde evitare il respingimento alla frontiera.

 

AEROPORTO :

Il principale aeroporto è il Cairo International a 23 km dalla capitale. Un altro aeroporto si trova a 10 km da Sharm el Sheikh sul Mar Rosso. Capitale : La capitale dell'Egitto è Il Cairo Fuso orario : 1 ora in più (Cairo h.14 - Roma h.13).

 

CAPITALE :

La capitale dell'Egitto è Il Cairo

 

FUSO ORARIO
Lancette avanti di un'ora. Ora legale: da fine settembre a fine aprile.

FESTIVITÀ :

1° gennaio: Capodanno 25 aprile: Liberazione del Sinai 18 giugno: Festa nazionale 23 luglio: Festa della Rivoluzione 6 ottobre: Festa delle Forze Armate 23 dicembre: Festa della Vittoria Le feste religiose musulmane (Inizio e fine del Ramadan, Festa del sacrificio di Abramo, Nascita di Maometto, Primo Moharram o Capodanno islamico) seguono il calendario lunare, le date pertanto variano ogni anno. Forma di governo : Repubblica presidenziale.

 

MONETA :

L'unità monetaria ufficiale è la Sterlina egiziana, suddivisa in 100 piastre. Si può cambiare denaro presso le banche, nei punti di cambio e negli alberghi. Vengono inoltre accettate le maggiori carte di credito

 

CLIMA :

La primavera in Egitto va da settembre a maggio, i mesi più caldi sono giugno, luglio ed agosto. Il caldo è intenso ma asciutto e sopportabile. Il periodo consigliato per recarsi in Egitto va da novembre a fine marzo, quando a nord il clima è soleggiato e con rare piogge, mentre a sud è secco e temperato. Le piogge sono pressoché scarse. Nelle zone desertiche vi sono forti escursioni termiche tra il giorno e la notte. In aprile soffia il Khamasin, il vento che porta con sé la sabbia del deserto. Nella capitale si può incontrare qualche giornata fresca in gennaio e febbraio. Per le località del Mar Rosso e Hurghada, i mesi più belli sono maggio e ottobre, anche l'estate è piacevole nonostante sia abbastanza calda, è sconsigliato l'inverno.

 

LE MANCE
la mancia è obbligatoria e da consegnare l’importo di 40 Euro alla guida o all’assistente che le distribuirà a tutti coloro  che vi renderanno il loro servizio (facchini, autisti, guide, staff della nave, e altri).


L'ABBIGLIAMENTO
Indispensabili occhiali, copricapo, scarpe comode, costume da bagno e creme solari. Non mancherà l'occasione per indossare un capo elegante nelle serate a bordo e al Cairo.

LINGUA

La lingua ufficiale in Egitto è l’arabo, ma l’inglese è comunemente compreso e parlato. Diffuso l’italiano a Sharm El Sheikh.

ELETTRICITÀ :

La corrente elettrica è di 220/230 Volts, con prese bipolari; si consiglia di munirsi di un adattatore.


IL TELEFONO

Per chiamare l'Italia dall'Egitto bisogna comporre lo 0039 seguito dal prefisso della città e dal numero dell'utente desiderato. Per chiamare l'Egitto dall'Italia comporre lo 0020 e quindi il numero dell'utente desiderato.

I TRASPORTI
Gli autobus sono economici, ma sempre molto affollati. Tantissimi e non costosi i taxi, soprattutto al Cairo, ma è bene stabilire in anticipo l'importo, avere denaro spicciolo. Tra le città più importanti e le località turistiche balneari i voli interni sono frequenti. 

VACCINAZIONI E PRECAUZIONI SANITARIE

Non è obbligatoria alcuna vaccinazione. E' però consigliabile consumare acqua e bibite non ghiacciate e solo da contenitori sigillati, oltre ad essere muniti di disinfettanti intestinali, compresse antinfluenzali e antibiotici. 

LO SHOPPING
Nei caotici bazar e nel suk si trovano oggetti e gioielli d'oro, argento, ottone, rame; alabastro; essenze; papiri; stoffe e spezie. Nei mercati la parola d'ordine è contrattare, mentre nei negozi 
governativi i prezzi sono fissi. Sono accettate le valute straniere e spesso le carte di credito.

LA CUCINA
Tipicamente orientale la focaccia, aish. Il piatto nazionale è il foul, a base di fave scure. Felafel sono le caratteristiche polpette. Molto conosciuti l'hummus e i vari kebab. Tantissimi i dolci. Tra le bevande, il carcadè, originario dell'Alto Egitto è forse la più conosciuta, ottimo il tè. Buona la birra locale, non altrettanto il vino. Vini e liquori di importazione sono molto costosi serviti soprattutto nei locali frequentati da stranieri. 

IL RAMADAN
Scrupolosamente osservato dai mussulmani in Egitto è il mese di digiuno, preghiera e meditazione. Le attività lavorative non vengono interrotte ma comprensibilmente è molto difficile per tutti mantenere l'attenzione e la performance nei consueti standard. Dopo il tramonto si usa ritrovarsi per mangiare e festeggiare fino a notte tarda. In questo mese i siti archeologici osservano la chiusura anticipata alle 14.00 imponendo agli organizzatori turistici di concentrare le visite previste dai singoli programmi di viaggio.